martedì 30 ottobre 2012

PIZZA ALTA E SUPER SOFFICE senza glutine

Buona giornata a tutti!!

Prima di tutto perdonatemi la scarsa qualità delle foto... e cercate di capirmi...
Sono riuscita finalmente a fare la pizza!!!
Ho avuto un passato burrascoso con impasti gommosi, crudi o simili al polistirolo... o che si potevano tagliare solo con il seghetto alternativo!!
Guardate questa foto.. notate l'altezza e la morbidezza della pasta??
Ora immaginatemi qualche minuto dopo aver sfornato la pizza...
Sto tremando per l'emozione, urlo di gioia... con la mano sinistra reggo un pezzetto già addentato e con l'altra mano tento di fotografare il miracolo...  :-) CHE GIOIA!!! :-)


Dopo questo preambolo voglio ringraziare con tutto il cuore Felix e Cappera!!!
Ho seguito la ricetta della "Pizza senza glutine di Felix", la trovate qui o sul libro "Ricettario  per celiaci".

Ingredienti
400 gr acqua tiepida
3 cucchiai d'olio
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
400 gr di Farmo Fibrepan *
200 gr di Glutafin *
25 gr di lievito di birra in panetto

* al posto della Farmo Fibrepan + Glutafin Felix e Cappera ci dicono cosa possiamo usare:
400 gr di Farmo Fibrepan + 200 gr Agluten per pane + 2 misurini di latte in polvere per prima infanzia
400 gr Mix B Schar + 200 gr Mix It DS
400 gr Dialsì per pane + 200 gr Mix It DS

Strumenti
MdP (macchina del pane) utile ma facoltativa
forno

Preparazione
Sciogliamo il lievito e lo zucchero nell'acqua tiepida. Versiamo questo liquido nella MdP, aggiungiamo l'olio, le farine e il sale. Impostiamo il programma "impasta e lievita". Terminato il programma (il mio dura 1 ora e 50 minuti) troveremo l'impasto molto lievitato. Se non si dispone di una macchina del pane basta un semplice frullino elettrico con ganci a spirale. Rispettando sempre l'ordine degli ingredienti, si mette tutto in un a ciotola e si impasta bene fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Si lascia lievitare per 1 ora e 30 minuti coprendo la ciotola con la pellicola alimentare.


Preleviamo l'impasto con le mani un po' unte d'olio e stendiamolo su una grande teglia da forno ben oliata.
Facciamo riposare l'impasto steso in teglia per 30 minuti.


Come si può notare in queste due foto, l'impasto è lievitato tantissimo! Vi consiglio dunque di dividere l'impasto in due teglie e di stenderlo il più sottile possibile se volete ottenere una pizza non troppo alta, simile a quelle che si trovano nelle rosticcerie. Altrimenti, se volete una pizza altissima e morbida come la mia mettete tutto l'impasto in un'unica teglia.


Durante i 30 minuti della seconda lievitazione accendiamo il forno a 220°C e prepariamo il condimento secondo i nostri gusti. Passati 30 minuti ho aggiunto abbondante passata di pomodoro condita con olio e sale. Inforniamo nella parte bassa del forno e lasciamo cuocere per bene (circa 20-30 minuti). Quest'impasto è cresciuto tantissimo anche in forno! Quando mancano circa 5 minuti alla fine della cottura, sforniamo la pizza  e aggiungiamo gli altri ingredienti (io alici e tantissima mozzarella tagliata a pezzetti). Inforniamo per far sciogliere bene la mozzarella.


Ecco la pizza appena sfornata! Lasciamola raffreddare un paio di minuti prima di mangiarla!!
Che delizia!!! :-) La pizza ha un ottimo sapore e nessun retrogusto tipico del senza glutine.
Inoltre si è mantenuta perfetta e per nulla "gommosa" anche il giorno dopo.
Buonissima e morbida anche fredda. L'abbiamo riscaldata al microonde solo per far sciogliere la mozzarella.

La rifarò presto stendendola più sottile.. così il mio Fabietto potrà decidere quale preferisce.
Intanto vi dico che... mi ha dato 10 e lode! :-) Ahahahahah! Grazie a Felix e Cappera! :-)


lunedì 29 ottobre 2012

PASTA CECI E CANNELLINI senza glutine

Un piatto di pasta cremoso e avvolgente, proprio come piace a me!
Ho preso spunto da Lo spicchio d'aglio, ho cambiato leggermente il procedimento di cottura e ovviamente ho usato ingredienti senza glutine.


Ingredienti (per 2 persone)
1 confezione di ceci già lessati
1 confezione di fagioli cannellini già lessati
1 cipolla bianca piccola
brodo vegetale (senza glutine se si usa il dado)
150 gr di pasta senza glutine (io Mafaldine Pandea)
olio e.v.o. q.b.
sale e pepe nero q.b.
parmigiano grattugiato... io e Fabio anche sui legumi!!! ^__^

Strumenti
passaverdura
pentola capiente
ciotola
mestolo
fornelli


Preparazione
Scoliamo i ceci e i cannellini. Mettiamo da parte 3 - 4 cucchiai di ceci, il resto lo passiamo con il passaverdura insieme ai fagioli. Versiamo la purea in una ciotola e aggiungiamo un mestolo di brodo bollente.
Nella pentola facciamo rosolare la cipolla con un po' d'olio, uniamo anche i ceci interi e un mestolo di brodo. Quando si è asciugato un po', aggiungiamo la pasta e 5 - 6 mestoli di brodo bollente. Cuociamo la pasta in poco brodo in modo da non avere una minestra troppo liquida. Mescoliamo di tanto in tanto e infine aggiustiamo di sale. Manteniamo la pasta al dente e spegniamo il fuoco. Versiamo in pentola la crema di ceci e cannellini e amalgamiamo aggiungendo a piacere un po' di parmigiano e pepe nero.
Serviamo subito.

Buona giornata!

domenica 21 ottobre 2012

PANE E OLIO NUOVO senza glutine




Ciao a tutti!
Rieccoci… Oggi un post diverso, senza la classica suddivisione ingredienti, strumenti, procedimento.
Oggi vi parlo del pasto più semplice ma allo stesso tempo più nobile e buono del mondo… pane e olio… ma non pane e olio qualsiasi!
Pane appena sfornato, ancora tiepido, senza glutine naturalmente, e olio extravergine d’oliva appena franto con circa un’ora di vita.
Chi ha la fortuna di possedere delle piante d’olivo e la possibilità di seguire da vicino il processo che porta alla nascita dell’olio, forse può capire di cosa sto parlando.
Vedere le olive frante, ridotte in poltiglia, ottenendo così una pasta che viene gradualmente pressata e dalla quale comincia a scendere l’olio è una tra le emozioni più belle che la natura possa regalare.

Per la ricetta del pane, cliccate qui, è il pane bianco delle fantastiche Felix e Cappera di Un cuore di farina senza glutine. Troverete da loro tutte le indicazioni e i  passaggi per relizzarlo. Colgo l’occasione per ringraziarle, è la quarta volta che panifico e devo dire che grazie a loro tutto diventa possibile!

Vi lascio con le foto e con l’augurio di poter vivere anche voi delle emozioni così…






venerdì 19 ottobre 2012

RISOTTO AI FUNGHI senza glutine

Ciao! :-)
Ecco cosa ho cucinato qualche giorno fa.
Un risotto con i  funghi, per accogliere al meglio la tanto annunciata Cleopatra...
Dicevano che sarebbe passata furiosa su tutta l'Italia e prepotente sulle coste Laziali... io, volendo essere cortese con lei e placare il suo animo, le avevo preparato proprio questo piatto!
E così, "La gloria del padre" (questo è il significato del nome Cleopatra), vedendo "la mia offerta" ha deciso di graziarci, di frenare la sua furia distruttiva e di andarsene altrove...

Io e Fabio, dispiaciuti per la sua assenza :-) abbiamo provveduto a far sparire il risotto!!! ;-)

E grazie al cambio di rotta della regina d'Egitto anche oggi è una splendida giornata!!


Ingredienti (per 3 persone, anzi 2... Cleopatra non è arrivata!)
150 gr di funghi misti già puliti e tagliati a pezzetti piccoli
2 bicchieri di riso Carnaroli
1/2 cipolla bianca
brodo vegetale (ho usato cuore di brodo Knorr che è senza glutine)
1 vaschetta di cuore di brodo Knorr verdure (per insaporire i funghi)
olio e.v.o (io Olio Dante)
sale
Parmigiano grattugiato
prezzemolo tritato

Strumenti
padella antiaderente
cucchiaio di legno
fornelli

Preparazione
In una padella facciamo soffriggere la cipolla ben tritata con 2 cucchiai d'olio. Aggiungiamo i funghi, il prezzemolo a piacere e un pizzico di sale. Proseguiamo nella cottura aggiungendo un mestolo di brodo caldo e un cuore di brodo Knorr (alle verdure). Mescoliamo spesso, e se occorre, aggiungiamo un'altro po' di brodo. Passati circa 5 minuti, aggiungiamo il riso e facciamo tostare. Continuiamo la cottura del risotto aggiungendo un mestolo di brodo caldo ogni volta che ce ne sarà bisogno.
Spegniamo il fuoco un minuto prima del termine della cottura. Aggiungiamo il parmigiano e mantechiamo.
Serviamo subito.

E se vi fa piacere, ecco altri risotti "autunnali" che abbiamo preparato io e Pasticceramary! :-)

giovedì 18 ottobre 2012

BISCOTTINI CON FARINA DI RISO E CHOCAVIAR senza glutine

Buongiorno a tutti!
Ieri pomeriggio, avendo un paio d'ore tutte per me, ho pensato di preparare dei biscottini... ma avevo solo la farina di riso! Ho trovato su internet questa ricetta.. ma come succede spesso, l'ho modificata leggermente, mettendoci "un po' di mio".


Ingredienti (con questa dose ho sfornato 120 biscottini)
150 gr di burro ammorbidito
2 uova intere
1/2 boccettina d'aroma alla vaniglia
120 gr di zucchero semolato
2 cucchiaini di Chocaviar Venchi (è senza glutine)
(in alternativa 2 cucchaini di cioccolato fondente gf  tritato finemente)
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di zucchero semolato
1 cucchiaio di cacao amaro senza glutine

Strumenti
1 ciotola
1 forchetta
1 piatto
1 vassoio
1 coltello
pellicola trasparente
teglia da forno
carta da forno
frigorifero

Preparazione
In una ciotola, con la forchetta, sbattiamo lo zucchero e le uova. Aggiungiamo il burro morbido tagliato a cubetti. Mescoliamo bene unendo anche l'aroma di vaniglia e il sale. Incorporiamo la farina di riso e il Chocaviar. Mescoliamo sempre con la forchetta fino ad ottenere un impasto lavorabile a mano. A questo punto prendiamo il composto e impastiamolo sul piano di lavoro fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea.


Dividiamo l'impasto in tanti filoncini di circa 2 cm di spessore.


Adagiamoli su un vassoio e copriamoli con la pellicola trasparente. Facciamo riposare i filoncini in frigorifero per almeno 30 minuti. Nel frattempo possiamo lavare ciò che abbiamo utilizzato! ;-) E preparare un piatto con lo zucchero e il cacao amaro miscelati insieme.
Riprendiamo l'impasto e accendiamo il forno a 180°C (ventilato). Rivestiamo la teglia con carta da forno. Passiamo ogni filoncino sullo zucchero e cacao; tagliamolo in tanti pezzetti larghi circa 1 cm.


Disponiamo i biscottini sulla teglia e inforniamo per 10-12 minuti (io per 15 minuti).


Lasciamo raffreddare completamente i biscottini prima di toglierli dalla teglia. Caldi sono molto friabili.


Si conservano chiusi in una scatola di latta o in un barattolo di vetro.
Note di oggi: questi biscottini il giorno dopo sono ancora più buoni! :-)

lunedì 15 ottobre 2012

SALAME DI CIOCCOLATO senza glutine

Ciao a tutti!! :-)
Scusate l'assenza... mi faccio perdonare con questo dolce!
Vi piace il salame di cioccolato?? A me tantissimo!!!


Ingredienti
200 gr di biscotti secchi senza glutine
2 tuorli
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di miele di castagno Rigoni di Asiago
150 gr di burro
2 cucchiai di cacao amaro in polvere senza glutine
1 bicchierino di liquore all'amaretto
(io ho utilizzato il liquore all'amaretto preparato con quest'estratto)
zucchero al velo senza glutine q.b.

Strumenti
2 pentoline per il bagnomaria
1 ciotola
fruste elettriche
spatola in silicone
carta forno
fornelli
freezer

Preparazione
Sbattiamo i tuorli con lo zucchero e il miele fino ad ottenere una crema gonfia. Sciogliamo il burro a bagnomaria e uniamolo alla crema aggiungendo anche il cacao e il liquore. Mescoliamo tutto eliminando ogni possibile grumo. A parte sbricioliamo i biscotti con le mani riducendoli in pezzettini piccolini. Uniamo i biscotti alla crema al cacao e mescoliamo con una spatola. Il composto diventerà compatto.
Adagiamolo su un grande foglio di carta da forno. Conferiamo al composto una forma cilindrica, non importa se sembra irregolare a causa dei pezzettini di biscotto. Arrotoliamo con la carta da forno e chiudiamo a caramella le due estremità. Poniamo a raffreddare in freezer.
Quando si sarà compattato, prima di servirlo, scartiamo il salame e cospargiamolo con dello zucchero al velo. Eliminiamo lo zucchero in eccesso in modo da ottenere un naturale "effetto salame". A questo punto è pronto per essere affettato e servito.



Con questa ricetta partecipo al contest di Rigoni di Asiago:



giovedì 4 ottobre 2012

RISOTTO AI PEPERONI E CREMA DI ZOLA senza glutine




Ciao a tutti!!!
Oggi vi presento un risotto per sfruttare al meglio gli ultimi peperoni che l’orto ci regala, quelli più dolci, perché hanno abbracciato fino all’ultimo i raggi di sole della stagione estiva.
Risotto ai peperoni dunque, in un accostamento che trovo veramente riuscito… con il gorgonzola.
Non fatevi spaventare anch’io all’inizio ero un po’ titubante, invece la nota dolce dell’uno si sposa alla perfezione con quella più sapida dell’altro.
Ah dimenticavo… l’invenzione non è mia, ho trovato la ricetta su una confezione di riso : )

Ingredienti (per 4 persone):
350g di riso Carnaroli
1 peperone giallo
1 peperone rosso
150g di gorgonzola dolce
50g di grana padano
30g di burro
1 bicchiere di vino banco
brodo vegetale q.b.
sale q.b.
prezzemolo fresco q.b.

Strumenti:
1 coltello
1 padella
1 cucchiao di legno
1 mestolo
fornelli

 Procedimento:
Lavate, tagliate a dadini e stufate i peperoni in una padella con il burro e un pizzico di sale.
Una volta appassiti aggiungete il riso e fatelo tostare per un minuto, bagnate con il vino bianco e lasciate sfumare.
Portate a cottura il riso aggiungendo il brodo quando necessario. A cottura quasi ultimata aggiungete il gorgonzola tagliato a dadini, il grana ed il prezzemolo. Attendete giusto un minuto, il tempo che il gorgonzola si sciolga e spegnete il fuoco. A piacere potete guarnire i piatti con un’altra spolverata di prezzemolo tritato.

A presto, con la prossima ricetta!







lunedì 1 ottobre 2012

TORTA “REINE DE SABA” senza glutine



Julia Child… senza glutine.
Ebbene si, anche questo è possibile!!!
La ricetta che vi presento oggi, è infatti la famosissima torta Reine de Saba di Julia Child. E’ a dir poco favolosa, non si può descrivere a parole la morbidezza dell’impasto molto umido, che mantiene all’interno un cuore quasi fondente. E il gioco di consistenze che si innesca con la glassa  che la ricopre… insomma dovete provarla!
 L’ho preparata per il compleanno di mia sorella Laura, che appena dopo il primo boccone l’ha definita il suo dolce preferito in assoluto!!!

Prima di lasciarvi fatemi ringraziare la gentilissima Ambra de Il gattoghiotto, è solo grazie a lei che ho potuto preparare questa torta. Infatti, nel suo meraviglioso blog, c’è una rubrica dedicata alla traduzione in italiano delle ricette di Julia Child.

Ingredienti (per torta da 20 cm):
120g di cioccolato fondente consentito
2 cucchiai di rum o di caffè (io rum)
120g di burro ammorbidito
160g di zucchero + 1 cucchiaio
3 uova
1 pizzico di sale
80g di farina di mandorle
1/4 di cucchiaino di essenza di mandorle (personalmente l’ho omessa)
120g di farina senza glutine (io ho usato il Mix di farine per impasti lievitati di Felix e Cappera)
mandorle a scaglie

Per la glassa:
60g di cioccolato fondente consentito
2 cucchiai di rum o caffè (io rum)
5/6 cucchiai di burro

Strumenti:
Fruste elettriche
Pentolino e ciotola per bagnomaria
Cucchiaio di legno
Fornelli
Forno
Tortiera a cerniera da 24 cm

Procedimento:
Per il procedimento, vi rimando al gattoghiotto di Ambra, quindi cliccate qui.

Note personali:
Ho raddoppiato le dosi, utilizzando una tortiera da 24 cm.
La cottura in forno è stata di 35 minuti.
Al mix di farine di Felix e Cappera ho sostituito la dose di farina di tapioca con la maizena.
La scritta l’ho realizzata con Colorgel di Lo Conte - decorì, presente sul prontuario.

Un abbraccio, a presto!