mercoledì 27 marzo 2013

MUFFIN ALLO YOGURT E MARMELLATA DI MORE senza glutine




Ciao a tutti... dopo tanto tempo sono tornata da voi!!!
Scusate il periodo di assenza... veramente densi questi mesi. Ora mi dispiace per voi, vi toccherà leggere le ricette, decisamente fuori stagione, che ho accumulato in questi mesi... autunnali, con sotto piatti natalizi, insomma un po' di tutto!
Però oggi parto con la ricetta più recente. I muffin allo yogurt e marmellata di more preparati sabato scorso.
Il merito va tutto a mio sorella Laura, li ha preparati lei! A casa è lei la regina dei muffin(s)!
Deliziosi è dir poco, e poi con la marmellata di more che abbiamo preparato noi quest'estate...

Questo post è dedicato a lei, che ieri si è laureata!!! Facendomi provare un'emozione indescrivibile!

Con tutto l'amore che una sorella può avere...


La ricetta è tratta dal libro Muffin e dolcetti ed. keybook, da me sglutinata e leggermente modificata.

Ingredienti (per 10 muffin come da foto):
2 uova
50 ml di olio di olio extravergine d'oliva (dal sapore molto delicato)
2+1 cucchiai di marmellata di more
60 ml di yogurt ai frutti di bosco
100g di zucchero (io 80g)
1/2 bustina di lievito per dolci consentito
zucchero a velo consentito, per decorare (facoltativo)

Strumenti:
ciotole
1 setaccio
1 cucchiaio
stampini per muffin
pirottini di carta
forno

Procedimento:
In una ciotola setacciate la farina con il lievito e create una fontana. In un'altra terrina preparate un composto con le uova leggermente sbattute, l'olio extravergine d'oliva, due cucchiai di marmellata, lo yogurt e lo zucchero mescolando per bene.
Aggiungete questo composto alla farina, mescolate con un cucchiaio fino ad ottenere un composto grumoso. E' proprio questa la cosa bella dei muffin, l'impasto va mescolato poco, viene grumoso ed è proprio così che deve essere!!! Infatti, se lo mescolate troppo, perchè volete renderlo perfettamente liscio, alla fine verranno duri e gommosi!
Accendete il forno a 180° e mentre si scalda, aiutandovi con un cucchiaio mettete l'impasto nei pirottini di carta che avrete precedentemente inserito negli stampini dei muffin. Dovete riempire gli stampini per metà, inserire un cucchiaino di marmellata e poi ricoprire con un altro un po' di impasto. In tutto il pirottino dovrà essere riempito per 2/3, poiché in forno lieviteranno.
Infornate per 25-30 minuti. Sfornateli e spolverizzateli a piacere con zucchero a velo.
Si conservano bene alcuni giorni chiusi in un contenitore con il tappo, così non si seccheranno.
Ovviamente potete cambiare il gusto della marmellata e dello yogurt.




lunedì 25 marzo 2013

ASPETTANDO LA PASTIERA DI MARY...

Buongiorno a tutti e buon lunedì!
Voglio complimentarmi con tutte voi che ogni giorno postate ricette meravigliose, gustose e spesso impegnative! E che partecipate a contest e raccolte varie. Vi ammiro! Non so proprio come facciate ad avere tempo e forza di stare così tanto tempo sui fornelli! Dite la verità! Mentre cucinate e vi divertite in cucina vostro marito fa le pulizie di casa, bada ai bambini e magari fa anche la spesa... ;-) O possedete una formula magica per allungare le vostre giornate da 24 a 50 ore?? ;-)
Io, ieri, non ho fatto un granché.. sono stata con Fabio a Itri (nel nostro futuro nido d'amore-casetta).
E' stata una giornata bellissima e calda... e ne ho approfittato per fare 2 lavatrici, stendere i panni, ritirarli e piegarli/stirarli. A metà mattinata sono arrivati i miei fratelli e per passare il tempo siamo andati alla ricerca di asparagi selvatici... nel giardino di casa ovviamente!!! Ne abbiamo trovati 6 (^____^) ... ed hanno così impreziosito il pranzo... diventando parte integrante di una semplice frittatina! Grazie Madre Natura!
- - - - - - - - - - - - - - - 
Il titolo del post parla chiaro: STO ASPETTANDO LA PASTIERA DI MARY!
Mary ci sei?? ;-) Lo so che sei super impegnata, tua sorella specialmente... ma dopo il 26 marzo, ti prego, posta la tua ricetta della pastiera!!! ^__^

E mentre tutti noi aspettiamo la tua pastiera, cara Mary, io rispolvero un vecchio post e vi offro una bella fetta della mia pastiera napoletana! (cliccate sul nome per la ricetta)


BUONA GIORNATA!!!

giovedì 21 marzo 2013

A VOLTE RITORNANO: pane in cassetta senza glutine

Ciao!! Eccomi di nuovo tra voi!! 
Prima di tutto voglio ringraziare Vale (passate da lei!)... è da lei che ho preso spunto.. e il coraggio di affrontare un tema simile! ;-)

Con questo post inauguro una nuova sezione: "A VOLTE RITORNANO".

E' palese il mio riferimento a Stephen King e ai suoi racconti horror.
E di horror voglio parlarvi anche io. In questa sezione del blog troverete storie raccapriccianti e spaventose; si parlerà di misteriosi blob appiccicosi... di lievito ucciso dall'acqua bollente... di pane-roccia... e di tante altre piccole e grandi creature aliene che hanno infestato le nostre cucine... che son scoppiate sporcando i muri, che hanno fatto fondere il motore di mixer e sbattitori... di pappette che scolano e di "carbonella fai da te" ... ;-)

Siete pronti???

PARLIAMO DELLA PAURA...
(S. King)


Ecco.
Questo è uno dei tanti orrori usciti dal mio forno! Questo mostro fa parte della famiglia "Amanita".. sì sì!! Come l'Amanita Muscaria, questo pane si presenta graziosissimo alla vista... ma estremamente velenoso se ingerito! Sono carinissimi quei funghetti dal cappello rosso vermiglio tutto puntinato di bianco, vero??
E questo "pane", come il "fungo di Biancaneve", è meglio non toccarlo!

Allontanatevi!!!!
Come???!!!
L'avete affettato???
Cosa???!!!
L'avete assaggiato???
Ma che vi salta in mente?!
Vi piacciono le emozioni forti, eh?!


... ... Non ho avuto il coraggio di fotografare l'interno... ... ma vi posso garantire che non era pane. Assolutamente. E in questo caso è azzeccatissimo il proverbio "l'abito non fa il monaco"!

Quindi...
se il vostro intento è avere dell'ottimo pane da servire a tavola seguite una di queste ricette...

Se invece dovete coibentare, insonorizzare e sigillare... questo "pane" fa proprio al caso vostro!
E' costituito al 100% da schiuma poliuretanica monocomponente! Potete contattarmi e vi svelerò trucchi e segreti per realizzarlo in casa!

mercoledì 20 marzo 2013

PACCHERI RIPIENI senza glutine

Ciao ragazze!! O c'è qualche maschietto che ci segue e mi è sfuggito?? ;-) Ummmm....
Oggi: post diverso! ^__^
Volevo solo farvi vedere cosa ho cucinato domenica scorsa!
Ho usato un formato di pasta che mi piace moltissimo: i PACCHERI!
Come sapete io non sono celiaca e quindi non ho problemi ad acquistare i formati di pasta che più mi piacciono.. la situazione si complica se voglio acquistare qualcosa di diverso ma senza glutine!!
Per fortuna non mi scoraggio mai e non mi arrendo davanti alle farmacie che hanno sempre gli stessi prodotti.. per non parlare dei prezzi altissimi..!! Una volta sono capitata in una farmacia che vendeva solo farine senza glutine ma non il lievito.. le dottoresse mi hanno guardata come se avessi chiesto l'impossibile e l'introvabile! Pazzesco! Ma... rallegriamoci!! Infatti su internet ci sono tante ditte che offrono servizi eccellenti, una gamma ampissima di prodotti senza glutine, prezzi vantaggiosi e consegnano in un lampo! Quindi spesso mi ritrovo a far shopping virtuale... risparmiando tempo e carburante... e acquistando quello che voglio.. senza ripieghi, senza rinunce! ;-)
I Paccheri fanno parte del mio ultimo ordine.. sono della Happy Farm.
Vediamo cosa ho fatto: ho preso spunto da una ricetta di Giallo Zafferano.
Ho cucinato della carne macinata con i funghi porcini tagliati a pezzettini piccoli piccoli.
A parte ho preparato la besciamella. Ho preso i paccheri e li ho leggermente sbollentati in acqua già salata. Li ho scolati e unti con dell'olio per non farli attaccare tra di loro. Ho messo qualche cucchiaio di besciamella sul fondo di una pirofila ed ho appoggiato "in piedi" i paccheri vuoti, uno attaccato all'altro fino a ricoprire tutta la teglia. Ho aggiunto metà della besciamella nel condimento di carne macinata e funghi e ho trasferito il tutto in una sac a poche (senza bocchetta o con bocchetta larga). Ho riempito ogni pacchero con il condimento e grazie alla sac a poche ho fatto un lavoro pulito, preciso e velocissimo! Infine, ho cosparso la pasta con la besciamella rimasta aggiungendo per ultimo abbondante parmigiano e emmental grattugiati. Ho infornato a 250°C il tempo necessario ad ottenere una bella crosticina dorata.

Scusate la fretta... ma vi penso sempre!
A PRESTO! :-)

lunedì 18 marzo 2013

ZEPPOLE senza glutine

Buongiorno a tutti!!
Vi presento le mie primissime zeppole senza glutine!
Devo lavorare ancora un bel po' sull'estetica... ma per quanto riguarda il sapore... sono perfette!


La ricetta della pasta choux l'ho presa da Vittorio, quella della crema da Giallo Zafferano... ma un po' di gloria me la prendo anche io.. :-)

Ingredienti
per circa 10 zeppole:
225 gr di acqua
120 gr di farina senza glutine (io Farina senza glutine Ruggeri)
110 gr di burro
4 uova
4 gr di sale
4 gr di zucchero
per la crema pasticcera al limone:
500 ml di latte
6 tuorli
50 gr di farina senza glutine (io Farina senza glutine Ruggeri)
150 gr di zucchero
la buccia grattugiata di un limone biologico
per la decorazione finale:
Fiordifrutta More di Rovo
zucchero al velo senza glutine

Strumenti
2 pentole
2 ciotole
frusta manuale
fruste elettriche
colino
spatola in silicone
cucchiaio di legno
sac a poche
carta forno
contenitore in pirex o acciaio
pellicola alimentare
teglia da forno
fornelli
forno
frigorifero

Preparazione
Iniziamo preparando la crema pasticcera al limone. Versiamo 450 gr di latte in una pentola (lasciamo da parte 50 gr) e aggiungiamo la buccia grattugiata di un limone. Accendiamo il fornello. Non appena il latte raggiunge un leggero bollore, spegniamo il fuoco e lasciamo intiepidire. Adesso, in una ciotola, sbattiamo i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e spumosa: in quest'operazione aiutiamoci con uno sbattitore elettrico. Filtriamo il latte con un colino in modo da eliminare tutta la buccia del limone. Versiamo nella ciotola il latte ormai tiepido alternandolo con la farina setacciata. Amalgamiamo sempre con le fruste elettriche in modo da eliminare ogni possibile grumo. Versiamo questo composto liquido nella pentola che conteneva il latte. Accendiamo il fornello e mescoliamo continuamente con una frusta manuale; lasciamo bollire la crema per 3 minuti (sempre mescolando). Una volta raggiunta una consistenza densa, versiamo sulla crema i 50 gr di latte che avevamo messo da parte. Mescoliamo ancora per qualche istante. Spegniamo il fuoco. Trasferiamo la crema in un contenitore basso di pirex o di acciaio: in questo modo la crema si raffredderà più rapidamente. Copriamola subito con la pellicola trasparente per alimenti (la pellicola deve stare a contatto con la crema). Poniamo il contenitore con la crema in frigorifero per farla raffreddare completamente.
Prepariamo le zeppole. Mettiamo in un pentolino l'acqua, il burro tagliato a pezzettini piccoli, il sale e lo zucchero. Accendiamo il fornello a fiamma alta e facciamo sciogliere il burro. Appena il burro è sciolto, aggiungiamo tutta la farina. Abbassiamo la fiamma e mescoliamo con un cucchiaio di legno. Il composto inizierà a compattarsi e sul fondo della pentola apparirà uno strato biancastro: è normale e non bisogna raschiarlo. Continuiamo a mescolare il tutto per circa 3 minuti fino ad ottenere una sorta di impasto compatto e appiccicoso. Spegniamo il fornello e trasferiamo questa pasta in una ciotola. Lavoriamola per un minuto con il cucchiaio di legno per farla raffreddare. A questo punto aggiungiamo un uovo alla pasta. Mescoliamo sempre con il cucchiaio: la pasta deve assorbire tutto l'uovo prima di poter aggiungerne un altro. Questo procedimento è un po' lungo e faticoso, ma ne vale la pena! Amalgamato anche il 4° uovo, il composto deve risultare completamente liscio e senza grumi. La pasta choux è pronta. Si può utilizzare subito o lasciarla in frigorifero per qualche ora.
Accendiamo il forno a 180° e portiamolo a temperatura. Foderiamo una teglia con carta forno. Riempiamo  con la pasta choux una sac a poche con bocchetta a stella. Poggiandoci sulla carta forno, formiamo delle "ciambelline": facciamo un paio di cerchi concentrici e un terzo sovrastante in modo da avere delle "ciambelle" rialzate. Manteniamo una certa distanza tra una zeppola e l'altra poiché in cottura cresceranno.
Inforniamo per circa 30 minuti posizionando la teglia a metà altezza. Una volta dorate, sforniamo le zeppole e facciamole raffreddare completamente. Infine possiamo tagliarle a metà e farcirle con la crema pasticcera ormai fredda. Ricomponiamo ogni zeppola aggiungendo su ognuna di essa un generoso giro di crema. Completiamo con un cucchiaino di Fiordifrutta More di Rovo e una spolverata di zucchero al velo.

UN SALUTO A TUTTI! :-)

giovedì 14 marzo 2013

PIZZA con farina senza glutine Ruggeri

Ciao a tutti!!
Eccomi di nuovo con una buonissima pizza!

Ho ricevuto in omaggio le farine senza glutine dalla ditta Ruggeri Srl. Nel post precedente ho utilizzato la loro farina autolievitante per i muffins alla Coca-Cola... sono rimasta molto soddisfatta! Ottima lievitazione, la farina profuma di buono e non ha alcun retrogusto tipico dei prodotti confezionati senza glutine.
Ieri sera ho provato la loro farina per pizza e focaccia realizzando una buonissima pizza al taglio!


Ho seguito la ricetta scritta dietro al pacchetto.

Ingredienti
1 bustina di lievito secco senza glutine (compreso nella confezione di farina)
430 ml di acqua tiepida
1 cucchiaio d'olio e.v.o. (io Olio Dante)
passata di pomodoro
alici sott'olio
salame piccante senza glutine
mozzarella
olio e.v.o. (io Olio Dante)
sale

Strumenti
Macchina del pane (facoltativa)
teglia da forno
forno

Preparazione
Versiamo l'acqua tiepida nel cestello della macchina del pane. Aggiungiamo il lievito secco e facciamolo sciogliere. Versiamo un cucchiaio d'olio e per ultimo tutta la farina. Azioniamo la MdP: programma "impasta e lievita" (dura un'ora e 50 minuti). Per chi non ha la MdP: versare in una ciotola capiente l'acqua tiepida e far sciogliere il lievito; aggiungere olio e farina e mescolare con un mixer con ganci a spirale fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi. Coprire la ciotola con pellicola alimentare e far lievitare per un'ora e 50 minuti in un luogo tiepido (per esempio nel forno spento ma con la lucina accesa).


Terminata la lievitazione, ungiamo abbondantemente la teglia da forno e adagiamo l'impasto che risulterà morbido ma non appiccicoso. Stendiamolo con le mani unte ottenendo uno strato d'impasto fino e uniforme.
Accendiamo il forno a 250°C. Mentre il forno si riscalda facciamo lievitare la pizza stesa in teglia per altri 20 minuti (al riparo da spifferi d'aria). Infine procediamo con il condimento della pizza. Io ho messo uno strato di passata di pomodoro condita con olio e sale; poi ho aggiunto abbondante mozzarella tagliata a cubetti; ed ho completato con salame piccante per una metà e per l'altra con alicette sott'olio ben sgocciolate.
Inforniamo e lasciamo cuocere per 20-30 minuti. Sforniamo la pizza, tagliamola in tranci e serviamola ben calda.. magari accompagnata da una freschissima birra senza glutine!


Un abbraccio grande!! :-)

lunedì 4 marzo 2013

MUFFIN ALLA COCA COLA senza glutine

Ciao a tutti! Come avete trascorso questo fine settimana?
Io e Fabio siamo ritornati a Itri in questi 2 giorni per pulire un po' il giardino della nostra casetta; il tempo meraviglioso e il clima primaverile ci hanno permesso di lavorare tranquillamente dalla mattina al tramonto. Abbiamo zappato, tolto erbacce, spazzato foglie, tagliato legna... ma tra un lavoro e un altro ci siamo concessi una pausa a 5 stelle! ;-) Seduti sotto gli alberi di ulivo, ammirando il cielo terso e ascoltando i cinguettii degli uccelli ci siamo rifocillati con questi muffins...


Ho trovato questa ricatta su Mani in pasta quanto basta, io l'ho solo resa gluten free.

Ingredienti (per circa 18 muffins)
200 gr di farina senza glutine (io Farina autolievitante per dolci senza glutine Ruggeri)
(se non disponete di una farina senza glutine autolievitante, usatene una classica per dolci aggiungendo 1/2 bustina di lievito sg per dolci)
30 gr di cacao amaro senza glutine
150 gr di zucchero (ma si può scendere tranquillamente a 100 gr)
2 uova
50 gr di burro a temperatura ambiente
50 gr di latte
125 gr di Coca Cola
50 gr di granella di nocciole senza glutine (la mia è fatta in casa)
panna montata senza glutine
Fiordifrutta Ribes rosso Rigoni di Asiago
zucchero al velo senza glutine

Strumenti
2 ciotole
fruste elettriche
setaccio
spatola in silicone
teglia per muffins
pirottini di carta per muffins
1 mestolo
1 brocca
forno


Preparazione
Accendiamo il forno a 180°C.
In una ciotola amalgamiamo i tuorli con lo zucchero ottenendo una crema chiara e spumosa. Gli albumi, in un'altra ciotola, verranno montati alla fine della ricetta. Nel composto di tuorli e zucchero aggiungiamo il burro a temperatura ambiente: amalgamiamo gli ingredienti con le fruste. Versiamo ora il latte e la Coca Cola dando una leggera mescolata. Aggiungiamo il cacao in polvere e la farina autolievitante (oppure farina e lievito) preventivamente setacciate. Misceliamo il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto omogeneo. Uniamo anche la granella di nocciole. A questo punto montiamo gli albumi a neve e aggiungiamoli al composto mescolando delicatamente con una spatola di silicone. Travasiamo l'impasto in una brocca capiente aiutandoci con un mestolo. Mettiamo i pirottini di carta negli stampi da muffins e con la brocca versiamo un po' di composto in ognuno di essi (per circa 2/3 dell'altezza). Inforniamo. Saranno pronti dopo circa 25 - 30 minuti. In ogni caso, è opportuno fare la prova stecchino. Una volta cotti, sforniamo e lasciamoli raffreddare togliendo i muffins dalla teglia (ma lasciando il pirottino di carta) e poggiandoli su una gratella. Una volta raffreddati togliamo il pirottino di carta. Mettiamo 2 cucchiai abbondanti di Fiordifrutta Ribes Rosso su ogni piattino da dessert, adagiamo un muffin su ogni piatto; guarniamo con un ciuffo di panna montata e una spolveratina leggera di zucchero al velo.


E con questa golosa merenda vi saluto e vi auguro una splendida giornata! :-)