venerdì 7 giugno 2013

SALVIAMO LE API!!!



Ciao a tutti,
per stasera niente ricette, ma desidero parlarvi di una petizione importantissima, lanciata da Greenpeace per salvare le api!

Ebbene si, le api stanno scomparendo dal nostro pianeta. Il che detto così potrebbe anche non destare interesse, se magari non si è molto appassionati di natura ed animali. In fondo, se dovessimo firmare una petizione per tutti gli animali in via di estinzione...
Ma con le api il problema è diverso e di tutt'altra portata. Infatti, le api svolgono un ruolo importantissimo in natura, forse sarebbe più esatto dire fondamentale, che non è la produzione di miele, anche se è buonissimo e fa molto bene. Le api sono degli impollinatori, cioè è grazie al loro se possiamo vedere la magnifica e vitale trasformazione di un fiore in frutto. Spiegato molto semplicemente (sicuramente lo sapete già) la produzione di un frutto per una pianta è molto molto simile al concepimento e alla nascita di un bambino per l'essere umano. Il fiore è l'organo riproduttivo delle piante, ed ha una parte maschile ed una femminile. Il polline è nella parte maschile e per dar vita al frutto deve raggiungere la parte femminile, molto semplice ma allo stesso tempo estremamente importante.
In poche parole è grazie alle api e al loro instancabile lavoro se possiamo mangiare frutta e verdura, in poche parole se possiamo nutrirci!
Certamente anche il vento, l'acqua, altri insetti e animali svolgono lo stesso compito, ma nessuno lo fa bene come le api, tant'è che dove le api non passano a raccogliere e spostare il polline, magari perchè il fiore non è di loro gradimento (è si le signorine hanno anche dei gusti ben precisi), ad esempio non amano il fiore del kiwi, oppure dove non passano perchè sono morte a causa dei pesticidi utilizzati per il trattamento delle colture, arriva l'uomo con l'impollinazione manuale e con macchinari appositi.
Penso che come sempre le immagini parlino meglio delle parole...



Allora guardate questo spettacolo. Avete di fronte a voi tutte le fasi della nascita di un frutto, in questo caso è una mora. Dal fiore ancora chiuso nel bocciolo che gradualmente si apre e su cui l'ape si posa, lo vedete il polline?! Al fiore che in un secondo momento sfiorisce, perde i petali ma che vede la graduale formazione della mora. Eccola lì, è ancora piccola, acerba, ma è una mora. Il miracolo c'è stato.

Se tutte le volte che mangiamo un frutto o una verdura pensassimo che prima di tutto c'è stato questo passaggio...

Questo è il link del sito per firmare la petizione, approfondire l'argomento e capire la portata del problema: 


Grazie a tutti voi della pazienza per avermi letto!

Mary






4 commenti: